about-mega
fa fa-home
materialsHandeling-mega
fa fa-globe

EX-TEC 2G/3G

Pyroban Ex-tec 2G/3G è la nostra tecnologia passiva che permette alle macchine elettriche di movimentare materiali e sostanze in sicurezza in un'area certificata ATEX sia di Zona 1 che di Zona 2 senza la necessità di avere un sensore gas.

Per le aree pericolose di Zona 2 (3G) raccomandiamo il sistema attivo System6000 perché è considerato il modo più sicuro di proteggere sia le vostre macchine sia l'operatore. Ad ogni modo alcune situazioni non permettono la rilevazione del gas o potrebbero non essere adatte, per esempio:

  • Quando i gas non possono essere tutti monitorati con il sensore di tipo pellistore o a infrarossi.
  • Quando le macchine richiedono un’utilizzo costante e non possono essere disattivate.
  • Quando la legislazione non permette l'uso di sensori gas.

La soluzione Pyroban Ex-tec 2G/3G è la soluzione per la conversione delle macchine e Pyroban utilizza la propria esperienza per un prodotto con i piu’ alti standard di protezione.

Tutte le fonti di accensione sono valutate e protette come necessario, sostituendo i componenti originali con componenti Pyroban protetti o incapsulando e proteggendo qualsiasi componente originale.
Tutti i componenti che producono archi elettrici o scintille saranno protetti e saranno installati sensori temperatura per assicurare che i componenti che generano calore rimangano al di sotto del limite di sicurezza per il mezzo.

La conversione Pyroban Ex-Tec 2G/3G sarà completamente valutata dai nostri tecnici e sarà effettuata presso una delle nostre sedi di produzione.

La conversione Pyroban Ex-tec 2G/3G comprende:

  • Custodie Ex-d a prova di esplosione per i componenti che producono archi elettrici o scintille.
  • Limitazioni alla temperatura di superficie per assicurare che motori, freni, componenti elettrici e altri componenti rimangano al di sotto della temperatura di autocombustione (Classe T) delle sostanze infiammabili.
  • Monitoraggio delle dispersioni della struttura (per conversioni 2G).
  • Rivestimento in acciaio inox delle forcelle.
  • Motori Exd o Exe.
  • Circuiti Exi a sicurezza intrinseca.
  • Incapsulamento Exm.
  • Batteria Ex nA o e implementata con spine e prese Exd.